FORMIGONI, NUCLEARE NO GRAZIE

Roberto Formigoni Presidente della Regione Lombardia frena sul nucleare in Lombardia. Dopo le dichiarazioni di martedì del ministro Paolo Romani che affermava che la Lombardia ospiterà almeno due centrali nucleari, Formigoni replica affermando che se anche dovessero essere scelti i siti in Lombardia per le centrali nucleari l’iter per arrivare alla loro costruzione non può prescindere dalla consultazione della Regione e degli Enti Locali.

“Siamo alla vigilia dell’apertura di un dialogo, ma prima di aprire dialogo bisogna definire regole”, ha affermato, precisando che su temi come quello energetico “bisogna ragionare in ottica nazionale”.

Formigoni inoltre sottolinea come la “Regione Lombardia abbia raggiunto l’autosuffcienza energetica già da tre anni”, secondo i dati raccolti dal Pirellone .

In ogni caso c’è già chi , come i comitati spontanei antinucleare, si stanno organizzando, proprio in occasione dell’anniversario del referendum del 1987 che sancì la fine del percorso del nucleare in Italia. Il 6, 7 e 8 novembre prossimi sono già previste manifestazioni in tutta l’Italia e la raccolta di firme (almeno 50.000) per avviare una proposta di legge di iniziativa popolare per spostare le risorse economiche stanziate per la ricerca nucleare verso le cosiddette energie rinnovabili.

faremilano@gmail.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...