PRIMARIE PD 14/11 MILANO, Pisapia lettera aperta

Siamo oramai a due settimane dal voto a Milano per eleggere il candidato sindaco del Partito Democratico che sfiderà Letizia Moratti per la poltrona di Palazzo Marino, si vota il 14 novembre 2010, il candidato Pd Avvocato Giuliano Pisapia scrive una lettera aperta (caro amico ti scrivo, cantava anni fa Lucio Dalla) al suo principale oppositore, l’Architetto Stefano Boeri, pubblichiamo volentieri il testo completo della lettera preso dal sito ufficiale http://www.pisapiaxmilano.com/public/lettera-aperta-boeri.html (siamo pronti a pubblicare eventuali comunicazioni, repliche o lettere anche degli altri candidati sindaco).

Caro Stefano,

Ieri, a 15 giorni dall’appuntamento con le primarie, davanti a una gelateria del centro, tu hai lanciato la proposta di tenere fuori dalla campagna i leader nazionali. Davvero curioso, perché il 19 settembre scorso la tua discesa in campo è stata “benedetta” sul palco della festa Pd dal segretario nazionale del partito Pierluigi Bersani e il giorno dopo – lunedì 20 – Enrico Letta, vicesegretario del Partito, ha tenuto una conferenza stampa per te a Milano.

Adesso chiedi di non delegare la campagna delle primarie ai leader nazionali e di tenerli fuori perché, “come unni” calerebbero su Milano. Trovo sbagliata la proposta nella forma e nella sostanza.

E’ offensivo paragonare ai barbari i segretari dei partiti.

Io – a differenza di te, che pure sei indicato dalla dirigenza del Pd – ho sempre detto che i partiti che sostengono la mia candidatura arricchiscono il mio programma e la mia proposta per il buon governo di Milano e per battere la Moratti.

Non mi piace il vento dell’antipolitica; penso porti a una deriva pericolosa.

Non temere Stefano. Non delego e non delegherò la mia campagna elettorale a nessuno: sono certo che Nichi Vendola – un amico con il quale ho combattuto molte battaglie – porterà a Milano un contributo di dibattito e di costruttività che arricchirà tutti, perfino quelli che poi decideranno di non votare per me. Così è stato per tutti coloro – noti e meno noti – che mi hanno accompagnato in questa campagna; così sarà per quelli – e non sono pochi- che verranno.

Milano è una partita importante: credo che solo con l’unità di tutti – anche di tutti i partiti del centro sinistra – sia possibile sfrattare il centro destra.

Alcuni giorni fa dopo la brutta vicenda dell’utilizzo degli indirizzi email del Pd senza par condicio, ci eravamo accordati di dedicare quest’ultima parte di campagna ai contenuti veri per cambiare Milano.

Io lo sto facendo: ieri ho lanciato due proposte su cultura e qualità del vivere a Milano. Continuerò a fare così fino al 13.

E il 14 la parola passerà agli elettori.

Un caro saluto

Giuliano Pisapia

faremilano@gmail.com

Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...