GIULIANO PISAPIA: OFFICINA PER LA CITTA’

Giuliano Pisapia, Valerio Onida e Stefano Boeri si sono ritrovati ieri sera, in occasione della prima riunione dei coordinatori delle Officine per la Città, progetto che viene condotto con il contributo di Caterina Sarfatti quale coordinatrice, lavoro che coinvolgerà 600 cittadini che si sono messi a disposizione con le loro rispettive idee. Riuscirà il candidato Sindaco che ha vinto le primarie a vincere in primavera la sfida di Milano contro l’attuale inquilino di Palazzo Marino Letizia Moratti, appoggiata da PdL e Lega Nord?

Gli 11 gruppi tematici sono:

1. Città metropolitana: sviluppo urbano, casa, ambiente, agricoltura di prossimità, mobilità.

2. Il Comune modello: azione amministrativa, innovazione, trasparenza, partecipazione

3. Finanza civica: risorse, società partecipate e governance

4. Nuovo sviluppo economico: impresa e innovazione, lavoro, professioni

5. Coesione sociale: politiche sociali e nuovo welfare, welfare socio-sanitario, nuova morfologia sociale e stili di vita

6. La città dei diritti: città accessibile, dalla famiglia alle famiglie, sicurezza, libertà di culto, diritto di voto ai cittadini stranieri, i beni comuni

7. Legalità, giustizia e mafie

8.  Scuola e senso civico: educazione e innovazione

9. Università, ricerca, innovazione

10. L’Industria culturale e il distretto della creatività

11. La città internazionale: immigrazione, sostenibilità e buone pratiche, cooperazione bilaterale/internazionale, eventi internazionali, Milano per l’Italia

L’Officina per la Città sarà strutturata in 11 gruppi tematici.

Il nome dato a ciascun gruppo vuole già essere espressione di una sintesi del lavoro prodotto durante le primarie. Ed è per questo che i temi scelti rappresentano e presuppongono un’elaborazione dei programmi delle Primarie dei quattro candidati.

Il contenuto prodotto da ogni gruppo tematico – proposte concrete e realizzabili per la città di Milano – dovrà necessariamente tenere in considerazione i criteri di sviluppo sostenibile. La lente d’ingrandimento attraverso cui osservare e indirizzare il lavoro di tutti i gruppi sarà infatti quello della sostenibilità: la tematica trasversale a tutte le altre, cui i laboratori fanno riferimento. La sostenibilità per una città è un progetto collettivo guidato da un’amministrazione che abbia realmente a cuore il benessere dei cittadini attuali e futuri. Ogni concreta linea di governo della nostra città deve saper rendere l’operato dell’amministrazione pubblica finalmente misurabile.

Lo stesso vale per la città metropolitana, orizzonte condiviso dei temi trattati, ma che avrà un’elaborazione specifica e più dettagliata all’interno di un gruppo dedicato.

Ma il lavoro delle diverse Officine dovrà tenere conto anche di una prospettiva di genere, trasversale alle policies e alle azioni che verranno proposte nelle diverse aree tematiche. Partendo innanzitutto da decisioni innovative nell’ambito della stessa amministrazione comunale si potrà rendere Milano una città più equa e più giusta rispetto alla fotografia della sua realtà sociale.

Infine, il modo di composizione dei singoli laboratori tematici vorrebbe essere il più rappresentativo possibile. I giovani, le donne, i cittadini di origine straniera non possono essere capitoletti di programma, ma dovranno essere protagonisti della gestione e dell’elaborazione dei vari gruppi. Lo stesso vale per le parti più fragili della città – gli anziani, i bambini e i disabili – che dovranno essere adeguatamente rappresentati all’interno dei gruppi, e soprattutto in quello della “Città dei diritti”, dove si ragionerà su come dare concretezza all’idea di città accessibile.

Ma l’Officina per la Città sarà anche e soprattutto uno spazio in rete, in grado di estendere la partecipazione e raccogliere contributi. Ciò anche come tributo alla trasparenza dell’azione del lavoro dei gruppi tematici e per un loro arricchimento.

I gruppi e i sotto gruppi lavoreranno per la preparazione di workshop tematici di 2-3 giorni nel mese di gennaio 2011, in cui si svolgeranno sezioni tematiche ristrette che concluderanno con una sezione plenaria per ciascun gruppo.

Ogni gruppo tematico avrà come sbocco iniziative d’incontro pubblico fortemente partecipato in cui condividere e comunicare il lavoro fatto entro i primi giorni di febbraio.

faremilano@gmail.com – Fonte: http://www.pisapiaxmilano.com/home/ 

Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a GIULIANO PISAPIA: OFFICINA PER LA CITTA’

  1. silvia gardino ha detto:

    desidero aver le informative

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...