SARA GIUDICE: RISPOSTA (UFFICIOSA) DEL PDL

Sara Giudice la consigliera di zona 6 del Comune di Milano che da dieci giorni sta raccogliendo le firme per chiedere le dimissioni di Nicole Minetti (ha raggiunto il traguardo importante delle 10.000 adesioni, una media di mille al giorno), ha finalmente avuto una risposta, seppur ufficiosa e non ufficiale, alla sua petizione.

Esponenti del Pdl mi hanno fatto sapere in modo ufficioso che o la smetto o mi cacciano“. Queste le parole di Sara Giudice, la quale, in merito alle accuse di volere passare al partito di Futuro e Libertà precisa che “io vado avanti nella mia battaglia, ero e resto nel Pdl, se poi mi cacceranno e mi troverò un partito o una associazione in cui credere, allora sarà un’altra cosa“.

Insomma, il Pdl è disposto a tutto pur di difendere Nicole Minetti (pochi giorni fa ha ammesso ai giudici che la stavano interrogando di avere una “relazione affettiva” con il Premier), anche a sacrificare Sara Giudice che si era limitata a porre un problema morale e non giuridico.

In sintesi, La giovane pidiellina ha chiesto   al suo partito se si schierasse a favore dell’ex igienista dentale che non ha mai fatto gavetta politica e si sarebbe dedicata, in base alla ricostruzione dei magistrati di Milano, ad organizzare il Bunga Bunga, oppure, se ci fosse l’interesse a privilegiare la base sana del partito e/o quei giovani che, negli anni, hanno dedicato anima e corpo per aiutare il vertice a conseguire un risultato sempre più positivo.

Proprio in queste ore, inoltre, sul quotidiano facente capo alla famiglia del Presidente del Consiglio un articolo mette in evidenza le divisioni interne ai rottamatori del Pdl con alcuni esponenti (tra i quali si menziona Sara Giudice) che sarebbero pronti ad abbandonare il Pdl per Fli.

Sara Giudice smentisce categoricamente il contenuto dell’articolo, nega di avere mai incontratro Manfredi Palmieri, come invece scrive Il Giornale e conferma la sua piena e totale appartenenza al Pdl.

Insomma, la partita continua e si fa sempre più delicata, in questo scenario i quotidiani stanno diffondendo i dettagli dell’interrogatorio di domenica di Nicole Minetti; notizia di poche ore fa il fatto che i giudici di Milano non sentiranno più la consigliera regionale, la richiesta di giudizio immediato per Silvio Berlusconi (si ricorda che per chiederlo occorre l’evidenza della prova) è attesa per i primi giorni della settimana prossima.

Kevin John Carones – faremilano@gmail.com

Questa voce è stata pubblicata in giovani, politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a SARA GIUDICE: RISPOSTA (UFFICIOSA) DEL PDL

  1. Alessio ha detto:

    Grazie Sara. :-))))))

Rispondi a Alessio Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...