MILLEPROROGHE E BERLUSCONI: ASSALTO AL CORSERA?

Il decreto Milleproroghe 2011, approvato di nuovo ieri alla Camera dei Deputati, dopo i rilievi del Colle, ha previsto un emendamento che potrebbe cambiare gli equilibri dell’informazione futura, dal primo aprile prossimo, infatti, il gruppo Mediaset potrebbe, qualora fosse interessata, mettere le mani sul maggiore quotidiano italiano, Il Corriere della Sera, dove detiene già una quota: tolta la proroga del divieto, per chi già possiede una televisione, di avere anche un giornale.

A lanciare il grido d’allarme, alcuni esponenti dell’opposizione, Vincenzo Vita del Pd dichiara come “potrebbe essere imminente il rischio che Mediaset acquisisca il Corriere della Sera, viste anche le turbolenze societarie di quest’ultimo“. mentre, il finiano Carmelo Briguglio, parla di “blitz preoccupante, una modifica annunciata solo verbalmente e all’ultimo momento“.

I dubbi restano, dal punto di vista pratico, da oggi e fino al 31 marzo, qualora il decreto fosse approvato anche al Senato della Repubblica (previsto in giornata) e  non rimandato indietro dal Capo dello Stato, solamente il Presidente del Consiglio, di concerto con il Ministro dell’Economia Tremonti, potrebbe reintrodurre la proroga, di fatto, andando contro gli interessi di famiglia (giusto in questi giorni, il Presidente del Consiglio e patron di Mediaset ha incassato 118 milioni di euro di utili, soldi veri anche per l’ex moglie Veronica Lario e i cinque figli).

Il Presidente di Mediaset Fedele Confalonieri fa spallucce, “a noi non ce ne frega niente, sono tutte stupidaggini”, sono le sue parole, mentre, la maggioranza fa quadrato e il Capogruppo Pdl Fabrizio Cicchitto precisa che ”il Milleproroghe affronta una serie di problemi che riguardano interessi significativi per la societa’ italiana. Evidentemente, poi, deve avere anche una copertura economica”.

Kevin John Carones – faremilano@gmail.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in politica, televisione e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...