ATTACCATI AL TRAM: MORATTI, ATM E LE CONSULENZE D’ORO

Fra i modi più semplici per un politico di fare campagna elettorale, c’è quello di affidare consulenze, pagate a peso d’oro, a chi è in grado di portare voti e/o creare un vantaggio elettorale a questo o quel candidato, chiarificatrici in merito le parole di Carlo Monguzzi, politico del Pd di lungo corso, esperto delle vicende di Milano, figlio di tranviere, il quale, ha dichiarato che “purtroppo il rapporto tra Atm e il Comune è di totale complicità, con i bilanci usati come cassa di compensazione e l’assoluta mancanza di un giudizio esterno, e quindi non di parte, su come viene gestita un’azienda che è nel cuore non solo mio, ma di tutti i milanesi. Catania ha importato in Atm i peggiori vizi della politica – prosegue l’analisi di Carlo Monguzzi – con le cariche e gli stipendi distribuiti a pioggia anche a persone che non si capisce cosa abbiano a che fare con i trasporti“.

La lista dei privilegiati che lavorano per l’Azienda Tramviaria Municipale è lunga, da quando Elio Catania presiede la società, è in crescita costante (gli stipendi dei piani alti di Foro Bonaparte sarebbero passati, in poco tempo, da 3,2 a 5 milioni di euro), in particolar modo per i ruoli con stipendi più elevati, ecco qualche nome:

  • Fulvio Caradonna = ex Assessore ai Lavori Pubblici Comune di Como, una condanna alle spalle nel 2004 per esercizio abusivo della professione di dentista.
  • Francesco Tofoni = persona di fiducia di Ignazio La Russa, è uno dei Probiviri del Pdl, e fa parte del Consiglio di Amministrazione di Atm.
  • Roberto Poletti = l’ex parlamentare dei verdi, oggi Direttore di Expo 2015, la televisione che fa capo a Letizia Moratti, ha un contratto da 160.000 euro come consulente per l’informazione di Atm.

La meritocrazia e la professionalità perdono sempre in questa città, unico obiettivo della politica nostrana sembra essere quello di arricchirsi a spese dei cittadini, unica certezza delle imminenti elezioni amministrative, l’alto assenteismo che ci sarà, Milano merita di più, e non è solo lo slogan di Sara Giudice, uno dei candidati sindaci, giovane diventata famosa in quanto si è ribellata al “modello Minetti”.

Kevin John Carones – faremilano@gmail.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in politica, trasporti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...