MILANO MUSEO ARCHEOLOGICO AMPLIATO, GRATIS FINO AL 19 GIUGNO

Il Museo Archelogico di Milano si rinnova e si amplia. Con l’apertura al pubblico della palazzina di via Nirone 7 sono stati recuperati al complesso museale dell’Archeologico ulteriori 1700 mq di superficie distribuiti su sei livelli, di cui:

– tre piani espositivi
– un piano rialzato dedicato a mostre temporanee, didattica e conferenze
– due piani destinati a servizi e uffici per circa 1200 mq di superficie espositiva in più.
Vengono quindi raddoppiati gli spazi della sede di corso Magenta, collegata alla nuova palazzina grazie a una passerella, che dal chiostro interno del museo, parzialmente distrutto dai bombardamenti del 1943,  sfrutta un varco di  passaggio attraverso le mura romane, già utilizzato dalle monache nel Medioevo. L’ingresso del Museo resta tuttavia unico da corso Magenta 15.

Dal 20 aprile, il Museo Archeologico si proporrà alla città con due mesi di ingresso gratuito (fino al 19 giugno) e con un nuovo orario di apertura, che sarà continuato dalle 9.00 alle 17.30 tutti i giorni da martedì a domenica (lunedì chiuso).

Il Museo è collocato in un contesto architettonico straordinario, l’ex convento del Monastero Maggiore di San Maurizio, risalente all’VIII-IX secolo d.C., dove sono ancora visibili le tracce della Milano.

L’area museale racchiusa tra via Nirone, corso Magenta, via Luini e via Ansperto, costituisce, dal 1965, anno in cui vennero trasferite dal Castello Sforzesco, la collocazione ideale per le collezioni di età romana e altomedioevale della città.

Tutto il complesso degli edifici, dall’epoca romana in poi, si è conservato perché venne inglobato nel Monastero, diventando uno dei più intatti e ricchi depositi archeologici della città. Un caso raro per Milano, che non ha cave di argilla e di pietra nei dintorni e che quindi abitualmente ha riutilizzato per l’edilizia le strutture delle epoche più antiche.

Le devastazioni peggiori avvennero nell’Ottocento con l’apertura di via Luini, che smembrò in due il Monastero, e con i bombardamenti del 1943 che produssero gravi danni al chiostro interno, ricostruito parzialmente negli anni sessanta con l’edificazione del museo archeologico.

La ristrutturazione della palazzina di via Nirone, curata dal settore Cultura del Comune, ha consentito di realizzare quattro livelli espositivi senza modificare la volumetria dell’edificio preesistente. Il percorso di visita si articola quindi verticalmente e ogni sezione occupa l’intera superficie del piano.
L’allestimento museografico, progettato dall’architetto Andrea Bruno, privilegia la lettura dei reperti archeologici e dell’ampio apparato didascalico.
Il percorso è realizzato con espositori di alta qualità tecnologica e di disegno essenziale, che non interferiscono con l’apprezzamento dei reperti.

L’ingresso al museo sarà gratuito  fino al 19 giugno 2011, dal 21 giugno l’ingresso sarà di 5 euro  e 2,5 per il ridotto.

Fonte: Comune di Milano     faremilano@gmail.com

Questa voce è stata pubblicata in gratis, museo e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a MILANO MUSEO ARCHEOLOGICO AMPLIATO, GRATIS FINO AL 19 GIUGNO

  1. NICOLA ha detto:

    MA QUESTA PALAZZINA OSPITAVA L’OFFICINA DELLO STORICO EDOARDO BIANCHI?

  2. Barbara ha detto:

    Ci sono andata un paio di volte con visita guidata e ho sempre pensato che fosse un museo sotto-valutato che invece meriterebbe di più.
    Fa piacere vedere che gli si comincia a dare un po’ più di importanza.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...