LETIZIA MORATTI, ANALISI DI UNA SCONFITTA

Il centrodestra ha perso a Milano, ieri mattina tutti i quotidiani nazionali hanno evidenziato il dato del capoluogo lombardo come significativo sul piano nazionale, la scelta di dare valenza non locale a questa tornata elettorale è stata di Silvio Berlusconi, inevitabilmente tutto è tornato dietro come un boomerang, ecco i motivi principali della sconfitta.

Uno dei fattori della sconfitta viene da lontano, dalla scelta del Pdl di confermare il sindaco uscente Letizia Moratti, nonostante più di un malumore, troppo alto il rischio che potesse correre da sola con una propria lista indipendente, visti i soldi dei quali dispone e/o ha potuto investire in campagna elettorale.

Questa scelta di appoggiare Letizia Moratti ha inoltre entusiasmato pochissimo la Lega Nord che ha snobbato la piazza meneghina, concentrandosi su altri comuni (significativo l’esempio di Gallarate dove il partito di Bossi, tuttavia, ha perso ancora più clamorosamente).

Di certo, la politica nazionale del Pdl non ha favorito donna Letizia, troppe vicende hanno turbato le coscienze degli elettori di Milano, il Bunga Bunga, da un lato, e il caso Lassini dall’altro, sono solo due esempi.

Evidentemente il clima da stadio basato sull’insulto all’avversario non ha prodotto l’effetto sperato, gli ultimi secondi del confronto tv con Pisapia sono stati deleteri per il sindaco uscente che, fino a quel momento, aveva meglio comunicato a Sky (o così dicono gli esperti di comunicazione).

Ma più di tutto, il vero motivo della sconfitta di Letizia Moratti è il fatto che, nei cinque anni che ha governato, non è stata in grado di far fare il salto di qualità al capoluogo lombardo, anzi, al contrario, non ha saputo risolvere alcuni importanti problemi della città.

Tanti, a questo proposito, gli errori del sindaco uscente, ne citiamo alcuni: Ecopass, Ambiente, Cantieri box, Gestione Expo, Milano Ristorazione, Municipalizzate, Piste ciclabili, Campo nomadi, Case popolari, Via Padova e Movida.

Infine, Letizia Moratti non ha saputo comunicare bene durante la campagna elettorale, ed è stata percepita, dai suoi stessi elettori, come una persona lontana, al contrario del suo avversario Pisapia, il quale, pur non essendo neppure lui un mago della comunicazione, invece, ha sempre messo a proprio agio i propri interlocutori.

Kevin John Carones – faremilano@gmail.com

Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...