FIAB CICLOBBY NON VOTA LETIZIA MORATTI

Il Presidente di Ciclobby Eugenio Galli, persona che da anni si sposta quotidianamente in bicicletta, spiega le ragioni del suo voto contrario al centrodestra e a Letizia Moratti, ecco le sue parole qui di seguito.Sono un cittadino che, ogni giorno, utilizza la bici per i propri spostamenti. Lo faccio da anni, da sempre. Tutto l’anno, con qualunque tempo. E’ un’abitudine, una preferenza, un piacere, non solo una convinzione o una “mania”.

Ma Milano è, da decenni, città “non amica” dei ciclisti. Nonostante le sue ridotte dimensioni, il suo clima mite, e la sua forma, che ricorda la ruota di una bicicletta.

Non è stato, storicamente, sempre così: Milano conosceva e praticava molto la mobilità ciclistica, non solo per gioco o per sport. Ma in passato era più una necessità, che una vera scelta.

Oggi, anche a Milano, la bici potrebbe rappresentare un mezzo per addolcire e alleggerire la mobilità quotidiana. Rendendola più piacevole (perché andare in bici è facile, veloce, conveniente, ma è anche bello). Contribuendo a migliorare la salute, il traffico, l’inquinamento, la qualità della vita di tutti (e non solo di chi la bici la usa).

Ma la bicicletta dovrebbe essere innanzitutto considerata con rispetto, non con sufficienza. Dovrebbe essere pensata come una risorsa, non come un accessorio. E dovrebbe essere curata fra le priorità e con il senso dell’urgenza, non arrivare sui titoli di coda, insieme alla campagna elettorale. In Europa (Berlino, Monaco, Vienna, Amsterdam, Copenhagen, Strasburgo…) è così da anni e decenni. Qui no. Chiediamoci perché.

La sfida comincia dalla visione e dalla volontà politica: se si vuole una città per le persone, e non per le auto, la bici è parte della soluzione, non del problema.

Il sindaco Letizia Moratti l’aveva indicata nel 2006 tra le sue priorità. Ma poi deve essersene dimenticata, fino a qualche mese fa. Ha deluso. Ha tradito gli impegni. Ha frustrato la partecipazione. Non ha dato risposte. Altre città in pochi anni hanno fatto progressi immensi, noi siamo rimasti al palo: questo dicono i fatti, depurati dalla propaganda.

Pensate a quel che significa, in termini di occasioni perdute, l’avere completamente trascurato le esigenze di chi si sposta in bicicletta in un intervento di riqualificazione importante come quello attuato in corso Buenos Aires: a fronte di una spesa di 2,5 milioni di euro, non un centesimo investito per la ciclabilità, nessuna corsia ciclabile, nessun parcheggio per le bici. Non è solo dimenticanza, peraltro simbolica. Perché noi glielo abbiamo anche insistentemente ricordato: una petizione promossa da Ciclobby, sostenuta persino da una parte dei commercianti e firmata da alcune migliaia di cittadini; varie richieste di incontro con il Vicesindaco, mai considerate; una mozione consiliare che neppure è stata discussa. Sono mancate le risposte perché è mancata la volontà.

Il rinnovo del mandato amministrativo non può limitarsi ad un acritico rinvio ad un programma futuro, come se si dovesse sempre sospendere il giudizio, prescindendo dai fatti. E il voto dei milanesi non può e non deve diventare un referendum su altri o su altro, siano essi il presidente del Consiglio o questioni che in nulla attengono alla politica di questa città, dovendo invece rispondere ai temi, ai problemi, alle aspettative di Milano. Non facciamoci espropriare del diritto di esprimerci sulla nostra città. Non coltiviamo altro senso di estraneità.

Eugenio Galli (Presidente Ciclobby Fiab) – faremilano@gmail.com 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, politica, viabilità ciclistica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...