SONDAGGIO AUTO ELETTRICHE E AREA C: IL 41% LE ACQUISTEREBBE

Un sondaggio effettuato alcune settimane fa dall’Osservatorio Automobile Cetelem in alcuni paesi europei, tra i quali l’Italia, ha evidenziato come una percentuale importante di intervistati (corrispondente al 41% delle persone) sarebbe disponibile ad acquistare immediatamente una auto elettrica.

Interessante considerare le motivazioni dell’acquisto, al primo posto, la variabile economica, ovvero il risparmio dei soldi della benzina, mentre, la seconda spiegazione che spingerebbe i clienti a valutare un’auto elettrica sarebbe quella ambientale.

Un freno all’acquisto, invece, è il numero di chilometri che si possono percorrere con una auto elettrica, l’autonomia del motore dovrebbe consentire, secondo gli intervistati, di percorrere almeno 250 chilometri, sebbene, nei fatti, oltre l’80% degli automobilisti intervistati percorra, in media, meno di 100 Km al giorno.

Purtroppo, ad oggi, in Italia, il costo delle automobili elettriche è troppo elevato per configurare un vantaggio per una famiglia nostrana, anche se, gli incentivi statali fino a Euro 5.000 (per il 2012, poi, negli anni successivi il valore del contributo scende) aiutano ad affrontare questa spesa.

Ad esempio, per la Nissan Leaf, eletta auto dell’anno 2011, il prezzo chiavi in mano è di 38.000 €, possibile pre-ordinarla on line, la consegna prevista ad aprile 2012.

Un accenno, infine, al Comune di Milano che, settimana scorsa ha introdotto l’Area C: auspicabile che la Giunta Pisapia promuova l’acquisto di auto elettriche, anche con incentivi ulteriori rispetto a quelli statali, in considerazione del fatto che, queste autovetture, sono le uniche che non inquinano (e non pagano).

Kevin John Carones – faremilano@gmail.com 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ambiente e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a SONDAGGIO AUTO ELETTRICHE E AREA C: IL 41% LE ACQUISTEREBBE

  1. icittadiniprimaditutto ha detto:

    Reblogged this on i cittadini prima di tutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...