PRESIDENTE GALLI FIAB CICLOBBY VOTA PISAPIA

C’è, nella nostra città e in generale nel Paese, una litigiosità estenuante che non è solo verticale, cioè dal debole al potente (o viceversa), ma anche orizzontale, cioè tra cittadini. Produce disagio, accresce i problemi. E dovrebbe preoccupare e far riflettere. Per cambiare. Ma invece sembra che tutto faccia parte del circo quotidiano cui siamo ormai abituati ovunque, in televisione come sulle strade.

Qualche giorno fa scriveva Gian Antonio Stella in un suo articolo sul Corriere queste considerazioni, con riferimento alla conflittualità patologica e asfissiante della politica che  «(…) sta producendo due danni collaterali gravissimi. Il primo è che i problemi reali e tangibili delle città, anche quando potrebbero essere affrontati e risolti con soluzioni condivise da tutti, diventano ulteriori motivi di risse ideologiche. Il secondo e conseguente è che, selezionati sempre più sulla base della loro fedeltà, della loro ortodossia, della loro combattività, gli amministratori locali sono spinti a dare il meglio di sé sul piano dei dibattiti televisivi e della campagna elettorale piuttosto che su quello della buona, oscura, quotidiana amministrazione. Col risultato che, bisognosi come siamo di una classe dirigente preparata, saggia, concreta e sobria, rischiamo di allevare solo ruspanti galli da combattimento».

L’opposto della conflittualità non è la rassegnazione, né l’apatia. Io non intendo essere né rassegnato né apatico.

Tutti dovremmo renderci conto che è da pazzi continuare a fare le cose nello stesso modo e attendersi risultati diversi.

Milano è governata da oltre venti anni dal centrodestra. In alcuni casi si tratta anche, fisicamente, delle stesse persone (De Corato). E’ un segno di fisiologica vitalità anche quello di saper alternare la guida della città, scegliendo una classe dirigente capace e competente, che interpreti il proprio ruolo con spirito di servizio e non come pura competizione di potere.

Non so se Pisapia come sindaco mi deluderà. So che ho deciso di votarlo perché lo stimo come persona sensibile, intelligente e corretta e perché Milano ha bisogno di cambiare davvero, a partire da chi la governa. Con la partecipazione e il sostegno di tutti. E penso che dobbiamo darci questa possibilità, che è anche una sfida. La sfida del cambiamento.

Eugenio Galli (Presidente Ciclobby Fiab) – faremilano@gmail.com 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in ambiente, politica, viabilità ciclistica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a PRESIDENTE GALLI FIAB CICLOBBY VOTA PISAPIA

  1. Laura Carpi ha detto:

    Finalmente una ventata di novità in un paese vecchio che sta morendo, aggrappato ai privilegi di pochi, che in maniera poco democratica, vuole mantenere a dispetto di tutto e tutti.
    Io appoggio questo sindaco, Giuliano Pisapia, perchè amo Milano in cui vive il mio nipotino, Emanuele, che trovi un mondo da grande, insieme ai miei figli, ormai grandi, ma delusi e senza aspirazioni per il loro futuro, un’ Italia diversa, dove la vergogna di essere l’italiano di oggi, si sostituisca all’orgoglio di essere quello di domani.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...