ELEZIONI MILANO: FURTI, QUERELE, AGGRESSIONI E SANATORIE:…. E LA POLITICA?

Furti d’auto, denunce, querele, aggressioni, insulti e sanatorie: in sette giorni Milano ha mostrato il lato peggiore della politica, una eventuale sconfitta del Pdl rischierebbe di trasformare le elezioni amministrative in una anticamera del voto nazionale, Silvio Berlusconi conosce bene i rischi giudiziari che, da cittadino, correrebbe qualora non fosse più a Palazzo Chigi, pertanto, fa di tutto per evitare una caduta dolorosa.

Dall’altra parte, il Partito Democratico è vicino ad una vittoria storica (il leghista Salvini ha previsto un 10% di probabilità di successo di Letizia Moratti), pertanto, pur con uno stile diverso rispetto a Pdl e Lega Nord, non è disponibile a regalare nulla.

Negli ultimi sette giorni, tuttavia, la campagna elettorale si è trasformata in un ring, ecco cosa è successo, in estrema sintesi:

1) nel confronto tv su Sky Tg 24, antecedente al primo turno, Letizia Moratti ha accusato ingiustamente di furto Giuliano Pisapia e, dopo una settimana, ha vincolato le scuse alla concessione di un nuovo confronto televisivo.

2) Silvio Berlusconi, dopo la sconfitta al primo turno e alcuni giorni di silenzio, è apparso in tv dove, sulle principali reti nazionali (due Rai e tre Mediaset), ha tenuto un comizio parlando di rischio del ritorno dei comunisti, di omosessuali e di zingaropoli.

3) i sostenitori di Pisapia sono stati accusati dal centrodestra di avere aggredito la mamma di un consigliere comunale, la signora avrebbe riportato alcune lesioni non gravi (domenica di polemiche anche su questo aspetto).

4) a loro volta l’entourage del candidato di Sinistra Ecologia e Libertà (Sel) accusa il centrodestra di aggressione.

5) Umberto Bossi parla di “zingaropoli” e prospetta il trasferimento di due ministeri a Milano, frase molto criticata a Roma dal Sindaco Alemanno e dal Governatore della Regione Polverini.

6) prende sempre più quota che, a pochi giorni dal ballottaggio il centrodestra, come regalo ai suoi elettori, proponga una sanatoria per le multe stradali, soluzione questa molto criticata dal centrosinistra.

Ma i milanesi, i lombardi e gli italiani tutti, meritano tutto questo? O non meriterebbero una classe politica fatta di persone che, almeno in campagna elettorale, non si insultassero, non pensassero ai regali elettorali, ma, invece, si confrontassero sui programmi?

Kevin John Carones – faremilano@gmail.com

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...